I miracoli a italia e regioni 2018

img

La 37° edizione di Italia e Regioni del 2018 si può considerare è da archiviare come un vero successo. È un giudizio espresso da molti alla conclusione dell’evento. Sono stati tre giorni scivolati via, senza che ce ne accorgessimo, proprio come le cose belle della vita vissute intensamente; sono gli avvenimenti che, quando sono passati, lasciano la sensazione di essere “volati” troppo in fretta. Per la realizzazione della manifestazione come gruppo folk locale abbiamo assicurato la nostra collaborazione insieme all’Amministrazione comunale di Silvi. L’impegno di tutti è stato ben ripagato dagli eccellenti risultati ottenuti nelle diverse degli spettacolari. In particolare si deve mettere in risalto l’aspetto logistico con la funzionale organizzazione del villaggio turistico Europe Garden; sul piano urbanistico e architettonico risulta ben incastonato nella particolare macchia mediterranea della collina di Silvi. A tali aspetti ambientali positivi si devono aggiungere gli affollati e apprezzatissimi spettacoli serali in piazza dei Pini; inoltre, sono stati particolarmente apprezzati i vivaci giochi popolari e soprattutto il momento piacevole da vedere e da assaporare per le pietanze cucinate dai «Cuochi in piazza»; manifestazioni queste proposte la mattina di sabato 2 settembre. Entrambe hanno letteralmente mandato «in brodo di giuggiole» l’incontenibile pubblico che ha affollato l’antico e suggestivo Borgo marinaro di Silvi. Nel pomeriggio del sabato si è svolto l’importante fase didattica dello «Spettacolo Labortori» nel quale diversi gruppi hanno dimostrato gli studi e i relativi impegni a realizzare spettacoli scenograficamente adeguati alle moderne esigenze dei pubblici attuali. Hanno partecipato tutti i gruppi con l’abbigliamento delle rispettive comunità alla solenne S. Messa della domenica mattina celebrata, nella grande chiesa madre della parrocchia di S. Maria Assunta, dal parroco padre Antonio Iosue; la cerimonia è stata magnificamente animata dalla Corale “P.G. Lerario”, coadiuvata dal Coro “Eco della Majella” e dal Gruppo sardo Flumini Major. La Chiesa era gremita all’inverosimile, per la presenza dei gruppi e di tanti cittadini che hanno voluto dare un segno tangibile di apprezzamento verso la FITP e i suoi 21 gruppi Folclorici partecipanti. Gioia, suoni, colori, canti, amicizia, culture popolari a confronto, sono stati gli elementi unificanti della grande festa alla quale hanno partecipato circa 800 persone provenienti da diverse regioni e di diverse culture, ma unite dall’interesse per il folklore. Nell’insieme dell’evento non si può tralasciare la «partita del cuore» disputata allo stadio comunale tra la Nazione FITP e una rappresentativa formata da politici locali. Come al solito, e non poteva essere diversamente, ha vinto per 4 a 3 la squadra della FITP, nella quale è costantemente presente il presidente Ripoli, che gode di un’antica fama di illustre giocatore.