Comunicato: Festa Nazionale del Folklore e delle Tradizioni Popolari

img

Come già a Vostra conoscenza, in data 26 ottobre 2019, su direttiva emanata dal Presidente del Consiglio dei Ministri, è stata celebrata la GIORNATA NAZIONALE DEL FOLKLORE E DELLE TRADIZIONI POPOLARI che ha riscosso uno straordinario successo, dando grande visibilità alla FITP e, conseguentemente, ai suoi gruppi affiliati.

La manifestazione di Roma, con la “Parata della Gioia” e l’incontro, tenutosi nella piazza del Campidoglio, con il Presidente Giuseppe Conte e la sindaca del Comune di Roma, Virginia Raggi, ha rappresentato un “evento” che, sicuramente, “farà storia” nella nostra Federazione, non solo per il prestigio goduto e il “clamore mediatico” che ne è conseguito, con passaggi televisivi sulle reti nazionali della RAI e servizi giornalistici sui più importanti organi di stampa, ma, soprattutto, per le parole pronunciate dalla massima Autorità Governativa del nostro Paese che, esaltando l’impegno dei Gruppi Folklorici Italiani, ha ribadito come “il futuro del Paese non può prescindere dalla tutela di quel patrimonio di valori e tradizioni che hanno contribuito a rendere l’Italia speciale e ammirata in tutto il mondo…”.

La Cultura popolare – ha continuato il Premier – è una preziosa eredità che è nostro dovere custodire, tramandare e promuovere.

Un popolo che non conosce le proprie radici è un popolo che rischia di smarrire la propria identità. Per progettare come vogliamo essere, dobbiamo sapere come eravamo”.

Sappiamo comunque – come sottolineato nel mio intervento in Piazza del Campidoglio e come, poi, ripreso dal prof. Conte – che lo straordinario successo della GIORNATA NAZIONALE DEL FOLKLORE E DELLE TRADIZIONI POPOLARI è dovuto, anche, alle bellissime manifestazioni (raduni – sfilate – incontri con le autorità comunali, provinciali e regionali – seminari – mostre – incontri didattici e laboratoriali con le scuole - ecc…) organizzate, nelle diverse regioni italiane, dalle Amministrazioni Locali, dai Comitati Periferici della FITP e, persino, dai singoli gruppi della nostra Federazione.

Del resto, la ratio della Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri resta quella di “impegnare le Amministrazioni Pubbliche, anche con il coordinamento con gli Enti e gli Organismi interessati, a promuovere l’attenzione e l’informazione sul tema del folklore e delle tradizioni popolari, nell’ambito delle rispettive competenze e attraverso idonee iniziative di comunicazione e sensibilizzazione”.

Per tale motivo, si rende quanto mai INDISPENSABILE predisporre un “report” (con la stampa di un “numero speciale” de IL FOLKLORE D’ITALIA) su tutti gli eventi realizzati in Italia, dalla FITP e dai suoi gruppi affiliati, per “celebrare” la ricorrenza, da trasmettere alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e alle stesse Amministrazioni Pubbliche Locali.

Sarà, inoltre, mio personale impegno proporre al Presidente Conte di rilasciare l’attestato di partecipazione alla GIORNATA NAZIONALE DEL FOLKLORE anche ai Comitati periferici e ai gruppi che, attivamente, hanno partecipato agli eventi programmati nelle varie regioni.

Per quanto sopra esposto,  CHIEDO ai Comitati Periferici e ai Dirigenti Nazionali di far pervenire, con cortese urgenza, alla Presidenza Nazionale e all’Assessore FITP Enzo Cocca, direttore della Rivista IL FOLKLORE D’ITALIA, ogni documento (delibere enti locali, articoli di giornale, foto, manifesti, locandine, filmati, ecc…) riguardante gli eventi realizzati nei diversi territori regionali.

L’occasione mi è gradita per porgerVi cordiali saluti.

N.b. Tutto il materiale può essere inviato a enzococca@yahoo.it