Fanciullo e Folklore

   



Foto: un gruppo folklorico
durante una esibizione
   
 
 

XXIŠ edizione
Edizione 2005

   
 

 

   
 

Premi e motivazioni

   
       
 

SEZIONE ELABORATI GRAFICI

   
 


1 ° Premio
ANSAMBLUB FOLCLORIC "BRADULETUL"
(Somcutean Mircea, Viseu de sus, Maramures, ROMANIA)
I ragazzi hanno dimostrato notevole abilità nel rappresentare alcuni temi della tradizione popolare con suggestive tecniche manuali e pit¬toriche tipiche dell' artigianato locale.
2° Premio
SCUOLA MEDIA "DON BOSCO" VIBO VALENTIA
Con la semplicità del tratto espressivo e la fantasia connaturata alla loro età, i singoli bambini hanno dimostrato di aver acquisito i conte¬nuti esaminati all'interno dei gruppo-classe.
3° Premio
TERZO CIRCOLO DIDATTICO DI TERMOLI
Attraverso la testimonianza fattiva di un pescatore, i bambini hanno potuto conoscere la primordiale attività della pesca tipica del loro ter¬ritorio e ne hanno sintetizzato le fasi in un accattivante lavoro grafico-pittorico.

SEZIONE ELABORATI SCRITTI
1° Premio
ISTITUTO COMPRENSIVO di CAMPORGIANO SCUOLE DI FILICAIA, CAMPORGIANO, SAN ROMANO
Gli elaborati dell'Istituto Comprensivo di Camporgiano confermano l'acquisizione di un metodo di lavoro che, nel corso di una program¬mazione annuale, abbraccia molteplici ambiti disciplinari. Essi ven¬gono inoltre presentati con originalità, puntuale ricerca dei particolari ed elegante veste grafica.
2° Premio
GRUPPO FOLK "MATELICA" di MATELICA - MACERATA
Il lavoro di ricerca e rielaborazione dei dati raccolti denota un corretto approccio alla conoscenza delle tradizioni popolari il cui dato rilevato "sul campo" risulta attentamente confrontato con la documentazione bibliografica.
3° Premio
SCUOLA MEDIA "G.GARIBALDI" SAN GREGORIO D'IPPONA - VIBO VALENTIA
Apprezzabile lavoro che, partendo da visite guidate in varie laboratori e botteghe artigianali, si conclude con una comparazione tra gli antichi mestieri e quelli attuali.

   
       
 

SEZIONE SUPPORTI MULTIMEDIALI

   
 


Il Premio
SCUOLA MEDIA "MURMURA BUCCARELLI" VIBO VALENTIA
La corretta metodologia di lavoro risulta adeguatamente documentata dalle immagini video che riprendono l'esperienza diretta dei bambini alle prese con l'antica attività domestica connessa alla preparazione del sapone.

Brevi note sulle esibizioni dei gruppi
G.F. "Matelica" di Matelica (Macerata)
Buona l'esecuzione di balli tipici locali e la rappresentazione di momenti di vita popolare in sintonia con il tema del concorso.
G.F. "Santu Francisco" Scuola Elementare- Alà dei Sardi (Sassari)
L'esecuzione dei balli che i piccoli hanno effettuato dimostra pregevole impe¬gno e precisione.
G.F. "Cantori Popolari delle Isole Eolie" di Canneto Lipari (Messina)
La coinvolgente rappresentazione ha visto felicemente coniugati gli aspetti coreutici e corali nella rievocazione dell'antico mestiere dell'impagliatore di sedie.
Istituto comprensivo Scuola Elementare e Media Camporgiano - Lucca
Gli antichi mestieri risultano ben rappresentati attraverso un divertente rac¬conto di vicende personali.
Terzo Circolo Didattico Termoli di Termoli
Accurata la rappresentazione delle attività legate alla pesca, caratterizzata dall'utilizzo di singolari attrezzi tipici del territorio.
Scuola Marko Marulic (Bosnia - Herzegovina)
I prescelti momenti di vita quotidiana sono stati trasposti con garbo e atten¬zione all'autenticità del folklore locale.
G.F. "I Piccoli città di Quartu" di Quarto S.Elena (Cagliari)
Perfetta sia l'esecuzione del ballo che di un canto tipico che caratterizzavano alcuni momenti di vita campestre
Scuola Secondaria "G.Garibaldi" San Gregorio D'Ippona - Vibo Valentia
Briosa rappresentazione coreutica di una scena di vita campestre
G.F. "Naso" di Naso (Messina)
Attenta e puntuale rappresentazione del cantastorie, caratteristica figura della cultura popolare siciliana
G.F. "La Provenzana" di San Bartolomeo in Galdo (Benevento) Nonostante la tenerissima età tutti hanno eseguito sia il canto che il ballo con evidente partecipazione e precisione tecnica.

Istituto Comprensivo "G Verga" Ramacca-Catania
Ottima trasposizione scenica, frutto di un attento lavoro di ricerca dei termini dialettali connessi agli antichi mestieri
Centro Studi Tradizioni Popolari "Due Mari" - Catanzaro
Originale e suggestiva presentazione di due momenti dell'attività quotidiana, ulteriormente arricchita da vivace e coinvolgente esecuzione di balli e canti tipici.
GF. "I Puricini" di Vibo Valentia
Grazia ed eleganza hanno caratterizzato l'esecuzione di balli e canti tipici che ben rappresentano particolari momenti del folklore calabrese.
GF. "Le Chiazzarole di Troppa" -Vibo Valentia
Il tema della manifestazione è stato interpretato con attenzione e con l'alle¬gria e la vivacità tipiche del popolo calabrese.
Scuola di Ballo Tradizionale Sardo "Ittiri Cannedu"
Perfetta esecuzione dei ballo esaltata dal virtuosismo musicale del suonatore di organetto.
G F. "Santu Franciscu" Scuola Media - Ala dei Sardi (SS) Notevole la perizia con la quale sono stati eseguiti i balli tradizionali.

   
 
       
 
       
 
       
 
Copyright 2006 © Federazione Italiana Tradizioni Popolari