LA RIVISTA
  IL FOLKLORE D'ITALIA
CONVENZIONI
  ANDIRIVIENI TRAVEL
  ITALIA EVENTI
  AUTOGRILL
  SIAE
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
CONVENZIONE ASSICURATIVA

INFO E RECAPITI

LINKS
  sagreinitalia.it

CONTATTACI



ABBONATI A “IL FOLKLORE D’ITALIA”
Parte la campagna abbonamenti al notiziario della Federazione Italiana Tradizioni Popolari

“ITALIA E REGIONI” PIACE A TUTTI


Anche questa è stata una edizione da incorniciare. Ne sono convinti tutti. Dai dirigenti della Federazione italiana tradizioni popolari, con in testa il presidente nazionale Benito Ripoli, ai gruppi partecipanti, passando per l’Amministrazione comunale  di casa, guidata dal sindaco Enrico  Piergallini.
La 33.ma edizione di “Italia e Regioni”, svoltasi a Grottammare, in provincia di Ascoli Piceno,  va in archivio col segno positivo. Per la qualità degli spettacoli, per il calore e l’affetto delle Marche, per la macchina organizzativa (impeccabile il lavoro svolto dal presidente del Comitato Fitp-Marche,  Pamela Trisciani, dal consigliere nazionale Mario Borroni e da Bruno Bordoni dello staff del presidente nazionale) e per l’ospitalità del Villaggio “Le Terrazze”, quartier generale della “carovana” Fitp.  L’appuntamento 2014 del Raduno dei gruppi foklorici affiliati alla Fitp ha visto protagonisti  diciannove gruppi in rappresentanza di otto regioni italiane (Calabria, Basilicata, Puglia, Abruzzo, Marche, Umbria, Toscana, Lombardia).
Piazza Kursaal è stata lo scenario del Gala del folklore italiano. Nelle due serate, presentate da Daniela Martino e Francesca Grella, i sodalizi saliti sul palco hanno rappresentato le origini di provenienza catturando l’attenzione e la curiosità anche dei turisti presenti. La città adriatica, infatti, era ancora operativa nonostante l’incalzare dell’autunno, con la sua offerta turistica, favorita anche dal clima estivo.
Tanti gruppi folklorici si sono “messi in ballo” con lo Spettacolo-laboratorio coordinato dal prof. Mario Atzori, presidente della Consulta scientifica della Fitp. Ogni realtà presente ha messo in scena temi e coreografie ricavate dalla ricerca effettuata nei territori di appartenenza. Un caleidoscopio di tradizioni diverse, ma anche un in interessante momento di confronto e formazione.
Una “tre giorni” intensa. Ad aggiudicarsi i "Giochi della tradizione popolare" l’Umbria, vincitrice di tre discipline. Nonostante la pioggia nessuno ha voluto mancare all’assegnazione dello “scudetto” nazionale dei giochi popolari. Tanto sano agonismo, ma anche “fair play” in una competizione che ha come obiettivo quello di unire i partecipanti.
Sempre più consensi per la manifestazione gastronomica “Italia in piazza con i cuochi”. Otto i cuochi dei gruppi in gara. La giuria presieduta dall’assessore nazionale Gesualdo Pierangeli ha dato un ex aequo per il primo posto tra  Enzo Biondo del Gruppo folklorico “Asprumunti” di Cardeto (Reggio Calabria) che ha scelto i “Maccaruni cu buccularu” e Giuseppe Basile del Gruppo folklorico “Lapecheronza” di Ruvo di Puglia (Bari), che ha preparato la "Purea di fave in letto di verdure con crostini e contorno di friggitelli".
La chiesa di San Pio V ha fatto da cornice alla messa celebrata da don Guido Coccia. A Grottammare è tornata in campo la Nazionale di calcio della Fitp. Nuovo successo per i “nostri” colori: battuti 11-8 i politici locali.
Non è mancato l’appello, da parte dei dirigenti nazionali della Fitp alle istituzioni, affinché manifestazioni del genere e tutte le tradizioni popolari trovino sempre spazio e accoglienza in ogni angolo d’Italia. Non solo. Allo studio in seno alla giunta nazionale la possibilità di portare “Italia e Regioni” all’estero. Con un sogno del presidente Ripoli: gli Stati Uniti d’America.

» Gruppi presenti
» I giochi della tradizione popolare
» ltalia in piazza con i cuochi
» Spettacolo-Laboratorio

» Fotogallery di Ilaria Fioravanti