LA RIVISTA
  IL FOLKLORE D'ITALIA
CONVENZIONI
  ANDIRIVIENI TRAVEL
  ITALIA EVENTI
  AUTOGRILL
  SIAE
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
CONVENZIONE ASSICURATIVA

INFO E RECAPITI

LINKS
  sagreinitalia.it

CONTATTACI



ABBONATI A “IL FOLKLORE D’ITALIA”
Parte la campagna abbonamenti al notiziario della Federazione Italiana Tradizioni Popolari

A CAVA DE' TIRRENI LA MAGIA DEL FOLKLORE


Ventuno gruppi italiani, due stranieri, tanti appuntamenti per una “tre giorni” da ricordare. Emozioni e suggestioni a Cava de’ Tirreni, scenario della 27.ma edizione de “Il Fanciullo e il Folklore” - Incontro con le giovani generazioni, la Rassegna internazionale di folklore giovanile targata Federazione Italiana Tradizioni Popolari. Un evento quest’anno dedicato al 150.mo anniversario dell’Unità d’Italia e inserito nel contesto dei festeggiamenti per i mille anni dell’Abbazia Benedettina della SS. Trinità, il monumento simbolo della città in provincia di Salerno. In quest’angolo della Campania, ricco di tradizioni popolari, oltre ai sodalizi della regione ospitante sono arrivati dalla Sardegna, dalla Calabria, dal Molise, dalla Basilicata, dalla Puglia, dal Lazio, dalle Marche, dalla Lombardia e dal Friuli Venezia Giulia. Il tocco di internazionalità è stato dato dagli ensemble provenienti dalla Grecia e dal Messico.
“Quartier generale” della Rassegna è stato il santuario di San Francesco e Sant’Antonio, diretto da padre Luigi Petrone. Il chiostro ha fatto da cornice alle esibizioni dei gruppi folklorici, con entrambe le serate presentate da Antonio Di Martino. Nella chiesa inferiore sono stati proiettati i nove filmati partecipanti alla “Rassegna del documentario etnografico”, evento molto atteso della “tre giorni” dedicata al folklore giovanile. “Ritualità canore, musicali e coreutiche nelle tradizioni matrimoniali” il tema di questa sesta edizione. La commissione presieduta da Mario Atzori, presidente della consulta scientifica della FITP, ha proclamato vincitore il lavoro realizzato dal Gruppo Folklorico “Ortensia” di Ortezzano (Fermo). I ragazzi del presidente Mario Borroni hanno presentato “Mogli e buoi dei paesi tuoi”: documentati i diversi momenti legati agli aspetti sociali e religiosi del rito del matrimonio, attraverso la rievocazione di una cerimonia nuziale degli anni ’20-’30; presente anche un filmato d’epoca di un matrimonio degli anni ’50.
Molto sentita come sempre la messa, a celebrarla mons. Orazio Soricelli, arcivescovo della diocesi di Amalfi-Cava de’ Tirreni. Santuario colorato dagli abiti e dagli stendardi delle tradizioni popolari. Grande privilegio, il lancio del botafumeiro, il più grande incensiere del mondo, il secondo più antico dopo quello di Santiago di Compostela. Momento di particolare emozione che i gruppi presenti hanno potuto vivere per l’occasione..
Tante emozioni culminate con la “Parata internazionale della gioia”. Da piazza San Francesco, attraversando corso Umberto I, è stata festa grande fino a piazza Duomo, scenario delle premiazioni e dello scambio dei doni.
Oltre ai gruppi protagonisti della Rassegna giovanile, sono intervenuti i sodalizi cavesi “Associazione Trombonieri Sbandieratori e Cavalieri” (ATSC), “Città Regia”, “Torri Metelliane” e “’A Vecchierella”. Da registrare durante la “tre giorni” una nuova uscita della Nazionale di calcio della FITP. Allo stadio “Simonetta Lamberti” il team del folklore capitanato dal presidente nazionale Benito Ripoli e allenato dal segretario generale Franco Megna ha superato per 4-2 una rappresentativa dell’ATSC. Altro momento gioviale la serata di festa abbinata alla Festa del papà con tanto di mega-torta.
In Campania la FITP ha fatto tappa per il terzo anno consecutivo, dopo gli appuntamenti “Italia e Regioni” (Benevento, 2009) e “La Scalinata del Folklore” (Letino, 2010). La 27.ma edizione de “Il Fanciullo e il Folklore” è stata curata da un comitato organizzatore locale, presieduto da Antonio Luciano, dall’ATSC, con il patrocinio del Comune di Cava de’ Tirreni, della Provincia di Salerno, dell’Ente provinciale per il turismo, della Camera di commercio di Salerno e dell’Azienda di soggiorno e turismo di Cava de’ Tirreni.

Foto Gallery


Rassegna del documentario etnografico
I gruppi e le scuole partecipanti
Le presenze